LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Massimo Ranieri super premiato a Lamezia Terme
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 8672 volte  
 
Lamezia Terme - Quattromila spettatori ed entusiasmo incontenibile hanno fatto da cornice nello Stadio Guido D’Ippolito di Lamezia Terme, trasformato per l’occasione in un teatro sotto le stelle, allo show-concerto di Massimo Ranieri, “Canto perché non so nuotare… da quarant’anni”, evento conclusivo della parte estiva di “Fatti di Musica Radio Juke Box 2010”, la ventiquattresima edizione della prestigiosa rassegna del Miglior Live d’Autore Italiano ideata e diretta da Ruggero Pegna. Un concerto memorabile, durato ben tre ore e un quarto, premiato dalla giuria nazionale della rassegna, composta da giornalisti e promoter musicali, con il Riccio d’Argento” del celebre orafo Gerardo Sacco, autentico oscar della musica dal vivo italiana.
"Premio Miglior Live dell’anno – ha detto Ruggero Pegna, consegnandogli il riconoscimento davanti ad un pubblico in delirio - a un pezzo di storia della canzone e del costume italiano. Un artista completo, eclettico e poliedrico che, con questo spettacolo, ha offerto al numerosissimo pubblico tutta la vasta gamma delle sue eccezionali qualità artistiche e umane. Un concerto che, in due anni e mezzo e circa cinquecento repliche, ha stabilito un vero record di presenze, superando un milione di spettatori ed esaltando lo spirito di festa e aggregazione della migliore musica dal vivo italiana."
Il premio di “Fatti di Musica”, attribuito in questi anni ai più grandi artisti italiani, da Fabrizio De Andrè a Paolo Conte, da Ivano Fossati a Gianna Nannini, è il giusto riconoscimento ad uno spettacolo bellissimo, salutato da una lunga standing ovation che, partita dalla platea, ha raggiunto le tribune, in un vero caloroso abbraccio di tutti i suoi fan calabresi e dei tanti turisti presenti.
Visibilmente emozionato, Ranieri ha ringraziato con il suo “Riccio d’Argento” stretto al petto, esprimendo tutta la sua felicità per un riconoscimento che suggella un tour straordinario, scandito ovunque dal “tutto esaurito”. Poi, tra ovazioni e applausi, ha chiamato quattro ballerine del suo nutrito corpo di ballo e ha detto: “Amo la Calabria… Anche io ho un regalo per voi… Loro sono di Catanzaro, Vibo Valentia, Reggio e Cosenza!”
Nel suo straordinario spettacolo antologico, Massimo Ranieri ha cantato, ballato, recitato, raccontato, dialogato, proponendo tutti i grandi successi che lo hanno reso uno dei più amati beniamini del pubblico italiano, dall'intramontabile "Rose Rosse" a "Se bruciasse la città", da "Erba di casa mia" a "Perdere l'amore". In oltre tre ore di autentico show, arricchita da bis e fuori programma non previsti in scaletta da serata davvero eccezionale, Ranieri ha ripercorso tutta la sua incredibile storia artistica. Bravissime e applauditissime le musiciste e ballerine dell’Orchestra e del corpo di ballo, entrambi al femminile. Due grandi schermi, sistemati ai lati dell’immenso palcoscenico, hanno offerto i primi piani di ogni momento dello show, attraverso un’accurata e attenta regia.
Oltre al “Riccio d’Argento”, altri riconoscimenti sono stati consegnati dal vice sindaco di Lamezia Terme, Francesco Cicione, dall’assessore Aldo Ferrise e dal consigliere provinciale Giampaolo Bevilacqua, che hanno voluto firmare con la loro presenza “istituzionale” una serata davvero memorabile.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Redazione |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb