LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
La commedia dei gemelli chiude la rassegna del Magna Grecia
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 7967 volte  
 
Lamezia Terme - "La commedia dei gemelli" tratta da "I Menaechimi" di Plauto domani sera chiuderÓ in bellezza il cartellone lametino del Magna Graecia Teatro Festival 2010. Anche quest'anno la rassegna ha avuto come location l'Abbazia Benedettina di Sant'Eufemia Vetere che per i vari spettacoli in programma ha registrato ogni volta il tutto esaurito, tranne che per la rappresentazione "Terre" penalizzata dalle condizioni atmosferiche non ottimali. Il sito archeologico dell'Abbazia si Ŕ confermato, dunque, come uno dei pi¨ gettonati e attrezzati di tutto il circuito del Magna Graecia Teatro Festival.
Per quanto riguarda lo spettacolo, sul palco saliranno Massimo Venturiello, Camillo Grassi, Franco Silvestri, Marta Dalla Via, Nicola Cavallari, Fabio Casali e Tamara Fagnocchi. Le musiche sono di Andrea Mazzacavallo e la regia e di Ted Keyser. A prima vista sembra che Plauto voglia scrivere una semplice commedia col suo solito saporito linguaggio, con scherzi, intrighi, passioni, incomprensioni, diffidenza, esuberanza, arrivando ad uno scompiglio totale.
Plauto scriveva questa Fabula Atellana (commedia da sagra, festa popolare, kermesse) 2000 anni fa per divertire il pubblico romano. Ci riesce con mezzi semplici e molto efficaci. Facilmente si riconoscono nel comportamento degli attori i nostri stessi comportamenti.
Il successo di questa commedia si basa sul fatto che il pubblico sa tutto mentre i personaggi in palcoscenico non sanno niente e questo artificio viene magistralmente sfruttato da Plauto inventando una teoria infinita di malintesi che solo il pubblico comprende.
Il cast Ŕ un cast affiatato, energico, esperto della commedia. Un'infallibile commedia degli errori, tutta per il pubblico, senza quarta parete, con un allestimento basato sul corpo e sulla veritÓ dei personaggi. Lo spettacolo avrÓ anche momenti cantati, riprendendo i versi di Plauto, sulle musiche originali di Andrea Mazzacavallo.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla CittÓ
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb