LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Incontro con Bellone « La scienza è cultura»
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 7335 volte  
 
Lamezia Terme - «La scienza può essere considerata una forma di cultura?»: una delle numerose domande che il direttore scientifico della rassegna “ Il Sabato del Villaggio, Raffaele Gaetano, ha rivolto al fisico e divulgatore scientifico Enrico Bellone nel corso nell’ ultimo appuntamento della nona edizione. Il tema del rapporto tra Scienza e Cultura è stato dibattuto ampiamente attraverso un dialogo a due, tra Bellone e Gaetano, alla presenza di molti giovani delle scuola media e superiore e di un vasto pubblico. In Italia la scienza e la tecnologia non sono tenute in grande considerazione anche se sono finalizzate allo sviluppo industriale e quindi all’ aumento della ricchezza di ogni Paese. Da un rapporto dell’ Ocse l’ Italia, per quanto riguarda il livello di istruzione scientifica, risulta il fanalino di coda occupando il 34° posto su 35 paesi. « Anzi - ha precisato il fisico Bellone - nel 1995 tagliò i fondi destinati all’ istruzione superiore(8 miliardi per la scuola media superiore e 1 miliardo e mezzo per l’ università), perciò non dobbiamo stupirci se la scienza non è considerata cultura e dobbiamo preoccuparci molto per il basso profilo dello sviluppo delle conoscenze scientifiche che provoca un depauperamento della produzione industriale. La Francia negli ultimi 18 mesi ha investito per la ricerca scientifica più di 40 miliardi di euro, la Germania più 12 miliardi, l’ Italia da decenni ha investito soltanto l’ 1% del Pil mentre ha speso 28 miliardi di euro per acquistare aerei da guerra che, forse, potevano essere utilizzati diversamente». Pertanto, rispetto alle altre nazioni, noi siamo fermi dal 1895 mentre gli altri paesi si sono modernizzati entrando in quella che si chiama oggi “società della conoscenza”, nella quale noi non siamo ancora entrati. La scarsa attenzione verso l’ innovazione scientifica favorisce l’ esodo dei giovani ricercatori che preferiscono andare fuori come in Finlandia dove possono guadagnare almeno 5 mila euro al mese anziché 1500 restando in Italia. Tra l’ altro, al di là dei confini italiani, il ricercatore ha un’ età di circa 32 anni mentre in Italia raggiunge anche i 40 anni senza calcolare che il numero dei ricercatori e dei laureati in materie scientifiche è inferiore alla media europea. Nonostante la condizione di grave disinteresse all’interno delle cultura, intesa non solo come complesso dei saperi umanistici ma anche scientifici e tecnologici, si profila per i giovani un futuro promettente. Infatti il fisico Bellone si è rivolto ai giovani, che volessero intraprendere gli studi scientifici, in questi termini: « La matematica e la biologia hanno uno spettro di possibilità molto ampio in Italia perché ci sono alcune ottime università che producono giovani preparatissimi». E, concludendo, ha esortato i giovani «a non lasciarsi chiudere la bocca da nessuno» facendo esplicito riferimento al pensiero di Galileo che in un appunto del Dialogo aveva scritto che se la scienza è libera produce novità la quale però mette in pericolo gli Stati che vogliono che tutto resti quieto e tranquillo per governare bene ed avere il predominio su tutti. Molti gli argomenti trattati durante l’ incontro come quello sugli Ogm, sulle oscillazioni climatiche, su Darwin, sulla Carta di Venezia relativa alle centrali nucleari presenti ormai in tutto il mondo tranne in Italia (la Francia ne possiede 59 mentre negli Stati Uniti sta ripartendo il programma di potenziamento nucleare). «Tra pochi decenni - ha spiegato Bellone - i 6 miliardi di persone di oggi cresceranno del 50% raggiungendo il numero di 9 miliardi e allora crescerà il loro fabbisogno» per cui « dobbiamo abbandonare il fossile nel minor tempo possibile perché stiamo distruggendo il pianeta e incominciare a conoscere l’ importanza del risparmio energetico» ha concluso.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Lina Latelli Nucifero |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb