LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Stagione di prosa - "Eduardo: più unico che raro!"
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 6261 volte  
 
Lamezia Terme - Ha preso il via la nuova stagione di Prosa organizzata dal Comune di Lamezia Terme con la direzione artistica, anche quest’anno, di Angela Dal Piaz. Il prologo alla prima serata è stata la conferenza stampa di presentazione del nuovo cartellone con la presenza di Rocco Papaleo e della Compagnia “Gli Ipocriti” che ha messo in scena “Edoardo: più unico che raro” tratto dagli atti unici di Eduardo De Filippo, con la regia di Giancarlo Sepe.
La tradizionale commedia napoletana - ancora una volta - si è rivelata molto apprezzata dal pubblico che ha gremito il Teatro Politeama sia in prima che in seconda serata. Lo spettacolo ha visto primeggiare ovviamente il protagonista Rocco Papaleo noto anche al pubblico televisivo per la sua presenza in produzioni cinematografiche. Accanto a lui a farla da padrone anche Giovanni Esposito il più applaudito per la sua interpretazione impeccabile condita dalla napoletanità genuina.
Papaleo ed Esposito si sono alternati nei diversi ruoli dei quattro atti unici che compongono la piéce, scritti tra il 1928 e il 1938.
Entusiasmanti i momenti di dialogo tra due vecchi amici che si rincontrano dopo 15 anni e perché uno dei due è alla ricerca di una stanza in affitto. Sullo sfondo la moglie del padrone di casa che rimasta “miracolosamente” illesa dopo numeri spari del marito decide di essere docile e servizievole. Non sa però che l’arma è finta, ed utilizzata dal marito solo per poter controllare il suo carattere a volte ribelle. Giovanni Esposito interpreta magistralmente il ruolo dell’amico Michele, impietrito dinanzi ai colpi, rassicurato quando comprende il gesto di Arturo.
La figura del mago Sik Sik pasticcione e vittima della ingenuità del suo collaboratore ha destato l’attenzione del pubblico che ancora una volta ha tributato lunghi applausi rivolti ad un Esposito in grande spolvero. Un colombo, un lucchetto, il gioco dei due bicchieri, una comicità unica, che attira il pubblico e lo entusiasma, un gioco di battute per le quali gli stessi attori fanno quasi fatica a trattenere il sorriso.
Una commedia napoletana che ancora una volta non ha deluso le aspettative del pubblico lametino – e non solo - e che ha inaugurato una stagione che accoglierà al suo interno rappresentazioni variegate e dalle varie sfaccettature; ne è esempio il prossimo spettacolo “Riccardo III” in esclusiva per la Calabria, il 5 e 6 dicembre.

 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Antonio Mercuri |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb