LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Un concerto di Noa e il Demofest nell'agenda di Ruggero Pegna
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 5689 volte  
 
Lamezia Terme - Il successo della quinta edizione del "Capodanno Giovani", quest'anno dedicato dal Comune alla campagna per la sicurezza stradale dell'Aivis, l'Associazione italiana vittime e infortuni della strada, ha anche avviato gli eventi della venticinquesima stagione di spettacoli ideata e diretta da Ruggero Pegna, che comprende pure la sua creatura "Fatti di Musica".
Il promoter lametino, consigliere nazionale di Assomusica, commenta così l'enorme afflusso di pubblico al concerto di Neffa: «Questa manifestazione voluta dal sindaco Gianni Speranza è oramai un evento atteso da tutti, in linea con quanto accade nelle maggiori città italiane. Neffa è nel momento migliore della sua carriera, un autore di successo che ha scritto anche per Adriano Celentano e altri big».
Tutti giovani nel pubblico?
«Non solo loro. Ma i giovani, che non erano soltanto lametini, hanno apprezzato questa scelta e l'evento è stato premiato da una partecipazione straordinaria. Ringrazio il sindaco Speranza per aver dato seguito a progetti di aggregazione giovanile importanti come questo e come il Demofest, e ringrazio anche il vicesindaco Francesco Cicione e l'assessore alle attività produttive Giusy Crimi per la grande attenzione verso il mondo della cultura e la preziosissima collaborazione fornita durante tutta la fase organizzativa».
Quali appuntamenti prevede quest'anno?
«Innanzitutto domani ci sposteremo nella vicina Catanzaro per "Pazza Piazza" l'evento spettacolare dedicato dalla Provincia alla Befana. Per Lamezia, sto pensando a diverse cose, tra cui un concerto di Noa per l' 8 marzo. Certamente, come confermatomi dal Comune, tornerà il Demofest dal 14 al 16 luglio».
Cosa pensa dell'acquisizione del Teatro Grandinetti da parte del Comune?
«Il Grandinetti è da sempre un patrimonio di questa città ed è una struttura fondamentale per la programmazione culturale. Non posso certo lamentarmi della precedente gestione privata, rapida e collaborativa. Spero che questo passaggio non porti a eccessi di burocrazia nel suo utilizzo, che è un rischio sempre presente per le strutture pubbliche di qualsiasi comune».
E il nuovo Palasport?
«Con questa struttura, che l'amministrazione ha presentato, la città si proietterebbe nel circuito delle più grandi manifestazioni musicali e sportive. Nell'attesa sto valutando l'installazione di una tensostruttura nell'area dei Due Mari per la quale sono in corso alcune valutazioni tecnico-economiche al vaglio dei consulenti. Vedremo. Queste cose vanno fatte per bene, con gli impianti e gli arredi adeguati, altrimenti si trasformano in frigoriferi per gli spettatori, scomodi e privi dei necessari servizi. In generale, mi sembra di poter dire che a Lamezia c'è un grande fermento di progetti importanti e mi auguro che possano davvero concretizzarsi. E' bello vedere iniziative che danno gioia e qualità alla vita ai giovani».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb