LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Il concerto di capodanno dedicati ai sette ciclisti
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 5556 volte  
 
Lamezia Terme - «Questo è un Capodanno diverso da quello che avremmo voluto», ha affermato il primo cittadino di Lamezia Terme Gianni Speranza in apertura del tradizionale concerto di Capodanno, tenuto dall’ 0rchestra Ucraina di Donetsk, diretta dal maestro Alexander Dolinsky, per salutare il nuovo anno. Così come nel concerto della notte di Capodanno su Corso Numistrano, anche nel tradizionale appuntamento in teatro è stata ricordata la strage dei ciclisti. Organizzato da Ama Calabria, in collaborazione con l’ amministrazione comunale, il concerto è stato seguito da un numerosissimo pubblico, che ha occupato ogni ordine di posti del Teatro Grandinetti, tra cui parecchi esponenti istituzionali e politici. Purtroppo, come ha fatto notare il sindaco Gianni Speranza, accompagnato sul palco dal vice sindaco Francesco Cicione, quest’ anno nella platea aleggiava un’ atmosfera velata da sottile tristezza dovuta ai segni che ha lasciato nella comunità lametina la tragedia, avvenuta quasi un mese fa, dei sette ciclisti falciati sulla Statale 18, in prossimità della Marinella, da un assurdo incidente stradale. Una tragedia che « la comunità di Lamezia - ha ribadito il sindaco - ha affrontato con dignitosa compostezza, resa visibile in tutta Italia dalla comunicazione mediatica tra cui parecchie testate nazionali che hanno parlato della strage». La triste vicenda non si à ancora conclusa e lascia intravedere un alone di speranza per Domenico Strangis, rimasto gravemente ferito nell’ incidente, al quale il sindaco ha rivolto il suo pensiero. L’ attenzione del sindaco Speranza è stata posta anche sull’ acquisto del Teatro Grandinetti per il quale ha espresso grande soddisfazione in quanto la presenza di quest’ altra struttura nella città, consente di sostenere un discorso più concreto su una maggiore diffusione della cultura nel territorio lametino. Altrettanta soddisfazione ha manifestato il direttore artistico di Ama Calabria, Francesco Pollice, per l’ acquisizione del Grandinetti da parte del Comune perché, secondo lui, garantisce la continuità delle manifestazioni musicali per la cui programmazione, ancora non è in grado di fornire precise indicazioni attendendo «gli esiti di giorno 11 nel quale gli stati generali della cultura presenteranno le idee per il 2011». Il concerto di Capodanno, ripreso e trasmesso in diretta da Lameziaweb, è stato imperniato su un programma ricco di musiche di Verdi, Brahms, Offenbach, Ponchielli e Strauss, quindi su una silloge di brani francesi, tedeschi e italiani molto gradita dal pubblico che ha esternato il suo apprezzamento con scroscianti applausi alla fine di ogni esecuzione. Il direttore dell’ Orchestra, Alexander Dolinsky, rivelatosi un bravo mattatore, avviandosi alla fine del concerto, ha voluto instaurare un clima natalizio eseguendo delle musiche di Natale ( Tu scendi dalle stelle ed altre), ha poi concluso con un pezzo fuori programma “La marcia di Radesky”, marcata dal battito cadenzato delle mani degli uditori, quasi fur di sé per le forti sensazioni ed emozioni provate per tutta la durata del concerto, sconfinato in un vero trionfo.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Lina Latelli Nucifero |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb