LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Tra gli ospiti Martelli, Busi e Magdi Allam
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 5413 volte  
 
Lamezia Terme - È uno degli uomini politici protagonisti degli ultimi anni della prima Repubblica. Tra i collaboratori più stretti di Bettino Craxi, è stato ministro ed anche eurodeputato. Dopo la politica attiva ha intrapreso diverse nuove attività: è diventato conduttore televisivo ed anche editorialista su diverse testate. Claudio Martelli, 67 anni, laureato in filosofia all'Università di Milano, sarà il primo ospite della decima edizione de "Il Sabato del villaggio", la kermesse culturale ideata e promossa da Raffaele Gaetano.
All'ex esponente politico sarà affidata la "lectio magistralis" sulla scottante problematica dell'immigrazione, dal momento che fu lui a promuovere la prima riforma sugli extracomunitari. "La sfida della nuova Italia", questo il tema dell'incontro con Martelli in programma per sabato prossimo, alle 18, al Teatro Grandinetti.
«Sarà ancora una volta lo stigma della condivisione a caratterizzare gli incontri tra letteratura e filosofia della rassegna, che ha visto sin qui partecipare ai diversi appuntamenti un pubblico sempre più numeroso, proveniente dall'intera Calabria». Gaetano, coordinatore scientifico de "Il Sabato del villaggio", in poche parole condensa le emozioni e il successo crescente che l'iniziativa di alto livello culturale ha generato nei suoi primi dieci anni di vita. Il decennale della rassegna prevede un programma molto ricco con incontri ed eventi che andranno avanti fino a giugno prossimo.
Tra gli ospiti del centro studi "Koinè" e del suo presidente Gaetano, ci saranno la giornalista televisiva Maria Luisa Busi; la presidente dell'Accademia della Crusca, Nicoletta Maraschio; il giornalista ed uomo politico Magdi Cristiano Allam; il geologo Mario Tozzi. In cartellone anche un "Notturno spagnolo" animato da danze, letture e degustazioni.
Il decimo compleanno de "Il Sabato del villaggio" sarà celebrato poi con proiezioni, mostre, seminari, «nell'intento di promuovere un progetto organico di sviluppo culturale per la città e l'intera regione», evidenzia Gaetano, «che supera gli steccati disciplinari, mirando ad una proficua contaminazione tra saperi».
La dichiarata aspirazione della rassegna è di «avvicinare al sapere, portando la letteratura, la filosofia, l'arte e la musica ad un pubblico di non specialisti, in una parola, alla gente comune. D'altra parte», sottolinea ancora il coordinatore scientifico, «l'esperienza maturata in questi anni indica una partecipazione che ha coinvolto varie tipologie di pubblico: dagli studenti, agli appassionati, agli addetti ai lavori, ai semplici curiosi».
Gaetano tiene a puntualizzare: «Tutto ciò è avvenuto in una terra come la Calabria, per troppo tempo lontana dai grandi centri propulsivi. Una regione dove la cultura può però assurgere a protagonista, schiudendo orizzonti inaspettati».
La rassegna "Il Sabato del villaggio" vanta il supporto concreto di una cordata di imprenditori privati, ed il patrocinio di Regione e Provincia. Rimane ancora incerto il sostegno dell'amministrazione comunale, alle prese con i tagli decisi dal governo centrale.
«Volevamo una rassegna unica nel suo genere», aggiunge il presidente di "Koinè", «che facesse percepire l'odore della cultura e generasse la voglia di conservarne il ricordo. Dopo dieci anni possiamo sostenerlo con orgoglio confortati dai numeri e dai copiosi riconoscimenti ottenuti: "Il Sabato del villaggio" rappresenta un riferimento culturale ineludibile con un cartellone di eventi che il pubblico aspetta con sempre crescente curiosità».
Gli appuntamenti della rassegna, al Grandinetti o in qualsiasi sala della città, hanno sempre registrato il pienone riscuotendo un ottimo successo e dando un contributo significativo alla crescita culturale della città.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it | Maria Scaramuzzino |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb