LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Donne di ogni età in piazza: «Non vendiamo il nostro corpo»
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 824 volte  
 
Lamezia Terme - Donne di ogni età, impegnate nello studio e sul lavoro, ma anche tante casalinghe impegnate. Insieme a loro molti uomini, tutte convinti che l'ideale femminile del Terzo Millennio non sia quello stile "bunga bunga" nato nei festini organizzati ad Arcore. Madri e figlie a ribadire che il modello da imitare non è quello "escort", lanciato sempre negli "erotic party" milanesi o romani. Centinaia le donne lametine che ieri mattina hanno risposto all'invito del "Se non ora quando?" contro la mercificazione del corpo femminile e contro la mortificazione dell'intelligenza e dell'importanza del ruolo della donna nella società.
Donne lametine in piazza, tra i palloncini rosa, insieme al milione di manifestanti in oltre 200 città d'Italia. Sull'isola pedonale di Corso Nicotera le persone che hanno aderito all'iniziativa hanno movimentato il classico "struscio" domenicale con testimonianze diverse e significative. A coordinare gli interventi la docente Saveria Sesto che s'è detta soddisfatta della manifestazione. «Possiamo dire che Lamezia, insieme a poche altre città della Calabria», ha commentato Sesto, «ha dato voce alle donne che vogliono essere considerate per capacità e preparazione e non perché hanno venduto il loro corpo e la loro dignità per conquistare a tutti i costi dei traguardi immeritati».
La prof ha fatto anche notare che la mobilitazione ha registrato la presenza di personalità di spicco della politica locale. La studentessa Luana Talarico ha riproposto una riflessione del Premio Nobel Rita Levi Montalcini. Nicoletta Mirabelli e Giusi Rocca, studentesse anche loro, hanno ricordato rispettivamente la valenza degli articoli 34 e 37 della Costituzione sull'istruzione e i diritti della donna lavoratrice. Molto intenso il ricordo della poetessa milanese Alda Merini, cui la giornalista Giovanna Terranova ha voluto rendere omaggio leggendo suoi versi.
Forte ed energico, invece, l'intervento di Caterina Destito, docente di materie letterarie negli istituti superiori, che ha rimarcato: «La mobilitazione è dettata dall'indignazione che è tanta, ma non dobbiamo fermarci alla sporadica manifestazione di piazza. Quest'iniziativa deve avere un seguito». Destito ha poi puntato il dito contro il presidente del consiglio «che sembra un uomo del Medio Evo quando i signorotti feudali pretendevano dalle ragazze lo ius primae noctis. Berlusconi», ha commentato la docente, «ha trasformato le sue prestazioni sessuali in una sorta di "totem", ufficio di collocamento e fonte sicura di successo, di lauto ma illecito guadagno, per donne che hanno calpestato la propria dignità".
Ad accogliere l'invito del "Se non ora quando?", anche il giudice Romano De Grazia che ha raccontato la storia di una donna vittima di abusi e violenze; ed il rapper Edoardo Aiello che s'è esibito in una sua performance musicale. Tra i partecipanti anche il sindaco Gianni Speranza. La parlamentare Doris Lo Moro, a manifestazione conclusa, ha dichiarato di avere salutato con favore la sentita partecipazione di tante persone all'iniziativa. «La mobilitazione ha sancito il sano e reale protagonismo delle donne», ha detto, «contrapponendo questo universo femminile a quello corrotto che molti ancora cercano di coprire e giustificare invocando la violazione della privacy».

Palloncini rosa
Sull'isola pedonale di Corso Nicotera tante donne con i palloncini rosa hanno aderito all'iniziativa "Se non ora quando?" movimentando il consueto "struscio" domenicale.
A coordinare gli interventi la docente Saveria Sesto: «Possiamo dire che Lamezia, insieme a poche altre città della Calabria ha dato voce alle donne che vogliono essere considerate per capacità e preparazione e non perché hanno venduto il loro corpo e la loro dignità per conquistare traguardi immeritati».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb