LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
ROM/ Domenico Furgiuele: Avanti tutta con lo sgombero immediato!
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 4270 volte  
 
Lamezia Terme - "Registriamo i primi malumori riferiti al provvedimento di sgombero, dell’area di “Scordovillo”, adottato dalla procura della repubblica" Con queste parole parte all'attacco, giustamente, il segretario de La Destra Domenico Furgiuele che in una nota prende le distanze dai tanti distinguo che le associazioni pro-rom in questi giorni stanno portando avanti, quasi a voler fermare ogni possibile imminente sgombero.
"Associazioni di “volontariato-pubblicamente finanziate”, e politici “opportunisticamente-corretti e solidali”, - continua Furgiuele - si fiondano a motivare l’ingiustificabile realtà del campo rom Lametino.
Come formiche che scappano da un formicaio appena calpestato, ascoltiamo associazioni che descrivono una delinquenza all’interno del campo rom, pari solo al 10% e parlano di una loro opera di scolarizzazione che ha prodotto benefici sociali nel tempo.
Affermazioni aberranti che cozzano nettamente con la realtà, fatta di continui assalti al vicino ospedale cittadino, furti e “cavalli di ritorno”, chissà cosa ne pensano i parenti di degenti che, oltre a subire la sofferenza di una caro ammalato, all’uscita dell’ospedale trovano le solite dispiacevoli sorprese.
Per quanto riguarda il “disinteressato” impegno per l’integrazione scolastica dei rom, dobbiamo dire che a fronte delle ingenti risorse messe in campo, qualcuno ha parlato di “associazioni di volontariato che percepiscono annualmente circa 100mila euro da circa 20 anni”, possiamo considerare più che scarsi i risultati.
I dati non lasciano spazio all’immaginazione, e smentiscono anche il perbenismo di una certa sinistra che, tentando di scaricare le colpe su governi di 30 anni fa, dimentica di governare la città,quasi ininterrottamente da 20 anni, più o meno lo stesso tempo che un’associazione finanziata con 100mila euro all’anno ha impiegato per far diplomare una sola ragazza rom.
La sinistra ha avuto quindi 20 anni per risolvere il problema , senza riuscirci, con continui fallimenti caratterizzati dal loro solito falso buonismo, che pretende di integrare forzatamente due comunità quella rom e quella Lametina, differenti per cultura abitudini e tradizione.
Noi della destra riteniamo che sia più corretto e rispettoso nei confronti della comunità rom, un atteggiamento che valorizzi le loro differenti peculiarità:
Per quanto riguarda l’aspetto sociale, sarebbe opportuno impegnarli in attività storicamente di loro attitudine, come la raccolta dei rifiuti abbandonati - Mandiamoli a lavorare! -
Per quanto riguarda l’aspetto logistico, riteniamo che, per favorire un maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine, sia utile smembrare il campo di “scordovillo” in, ad esempio, più piccoli insediamenti ecosostenibili periferici dislocati, proporzionalmente al numero degli abitanti, nel nostro ampio territorio Lametino."
Ribadiamo ancora il nostro plauso all’iniziativa della Procura della Repubblica, il nostro messaggio rimane immutato e arriverà sempre più forte, - conclude Furgiuele - proprio perché coniato da giovani che vivono in mezzo alla gente. Avanti tutta!"
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Redazione |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb