LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
De Biase si autosospende dal partito
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 4335 volte  
 
Lamezia Terme - Bisognerà attendere la prossima settimana per avere notizie sul Pdl cittadino. Sabato prossimo infatti il commissario Maurizio Vento dovrebbe chiamare in adunata i componenti del partito, per cercare di risolvere una situazione di stallo in cui è caduto il partito più importante della città. Il primo nodo da chiarire è quello del segretario, che dovrà essere eletto a breve. E poi naturalmente bisognerà trovare anche una sede, che attualmente non c'è.
In attesa dell'incontro però, i mugugni e malumori interni continuano. E vengono anche manifestati. Come fa Salvatore De Biase che ha annunciato la volontà di autosospendersi dal partito e di avviare in conto proprio «iniziative a tutela di quanti hanno votato Pdl». Una decisione sofferta, quella di De Biase, ma necessaria visto che il partito «ha bisogno di uno scossone».
«Come volevasi dimostrare – afferma De Biase – nel Pdl lametino, "la politica del tanto peggio, tanto meglio" sta bene a tutti e ritardare la soluzione dei problemi oramai da tempo denunciati, evidentemente non scuote nessuno. A voglia a ricordare che il partito si caratterizza sempre più come partito elettorale, senza amalgama, posizionato sulle individualità, con un vertice eternamente impegnato e distratto dagli ambiti locali, che non programma la sua azione di opposizione e non ambisce a costruire un percorso per governare il futuro di Lamezia. Il mio dire trova conforto – prosegue l'esponente del Pdl – nei numerosi interventi registrati nell'ultimo incontro del Savant, dove le voci autorevoli dei partecipanti, regionali, provinciali e comunali, si chiedevano come si intenderà avviare la nuova fase di un partito bradipo, staccato dalla società, che vince sempre con le liste e perde con i sindaci, che alla Regione la città vota a destra e al Comune a sinistra, che ha un capogruppo bersaglio della stampa, del sindaco, di assessori e non è difeso da nessuno?»
«In aggiunta a ciò – sottolinea De Biase – c'è chi ha stigmatizzato l'assenza dei parlamentari, aggiungendo che nessuno è intervenuto dopo che per mesi è stata registrata l'assenza del coordinatore cittadino, con l'auspicio che il futuro segretario rappresenti tutti e non i colori politici, una volta dei D'Ippolitiani, i Galatiani e forse oggi anche i Magnojiani. Insomma un bel groviglio di cui nessuno in modo serio e concreto si interessa. Una crisi vera, con una soluzione approssimativa: apprezzabile lo sforzo del commissario Vento, ma come egli sa, tutti i problemi per i quali è stato chiamato a contribuire per la risoluzione, rimangono ancora congelati: il capogruppo che si è dimesso ma è ancora al suo posto, così come anche i due consiglieri auto sospesi, De Biase e Chirillo, che sono al loro posto».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it | Luigina Pileggi |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb