LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Piccoli matematici crescono all'istituto Nicotera
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 4177 volte  
 
Lamezia Terme - Piccolo matematici crescono. Quattro studenti della scuola secondaria di primo grado dell'istituto comprensivo "Giovanni Nicotera" hanno infatti superato le prove regionali dei campionati internazionali dei Giochi matematici e per questo si sono aggiudicati la partecipazione alle finali nazionali che si svolgeranno il prossimo 14 maggio a Milano. Un risultato che ha riempito di gioia e soddisfazione l'intera scuola, soprattutto per l'importanza dei campionati internazionali, giunti alla venticinquesima edizione nel mondo, e per la diciottesima volta organizzati in Italia dal Centro Pristem dell'Università Bocconi.
I quattro allievi, che sabato mattina al liceo scientifico "Galilei" saranno premiati insieme ai partecipanti delle altre scuole lametine che hanno preso parte al concorso, sono: Paola Iannazzo della classe I H, Vincenzo Ferraiuolo della II F, Erica Provenzano della II C e Alessio Gallo della I F. I quattro "matematici" della scuola "Nicotera" hanno sbaragliato i colleghi delle altre scuole nella semifinale che si è svolta nei giorni scorsi in città, qualificandosi per la finale nazionale che si terrà all'Università Bocconi di Milano il prossimo 14 maggio.
La finale nazionale selezionerà poi la squadra che rappresenterà l'Italia alla finale internazionale di Parigi a fine agosto 2011. I ragazzi hanno partecipato al progetto, coordinato dalla professoressa Maria Luisa Ruberto, con applicazione ed entusiasmo, dimostrando di possedere ottime abilità logiche, intuizione e fantasia, che sono poi i requisiti necessari per partecipare ai campionati. «Oltre a essere motivo di gioia e soddisfazione per gli allievi e per le loro famiglie – ha affermato il dirigente scolastico Felice Caruso – il risultato ottenuto è un'ulteriore prova dell'efficacia del Progetto educativo dell'Istituto Nicotera, che oltre a porre l'attenzione ai problemi dell'adolescente e alle esigenze di natura sociale del territorio, ha da sempre come suo pilastro didattico l'acquisizione di una solida cultura di base mettendo gli allievi più dotati in condizione di valorizzare al massimo le loro potenzialità».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it | Luigina Pileggi |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb