LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
La Destra: «Il sindaco protesta ma non dà lavoro»
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 3239 volte  
 
Lamezia Terme - «Non condividiamo lo sciopero generale promosso dalla Cgil (per oggi, ndr), in particolare ci lascia perplessi l'adesione incondizionata del sindaco Speranza ad una manifestazione che persegue, nel bene o nel male ma in modo anacronistico, la tutela del lavoro in chiave di diritti ed occupazione». Lo si legge in una nota della Destra di Storace.
«Ci chiediamo», proseguono, «cosa c'entri il primo cittadino lametino con tematiche come lavoro ed occupazione», visto che nella città che amministra da più di 6 anni le condizioni sociali sono degenerate e la disoccupazione tocca picchi storici. Nel contesto della "festa-sciopero"», continua il comunicato, «è comodo parlare di difesa del lavoro dalle scelte depressive del governo centrale, la solidarietà si spreca, ed è facile per il sindaco dimostrarsi preoccupato per il "futuro negato ai giovani". Frasi di circostanza che però non lasciano intendere quali iniziative concrete in questi anni ha intrapreso l'amministrazione comunale per far fronte ad un tema così antico».
La Destra chiede a Speranza quali sono stati i progetti e gli investimenti realizzati per l'occupazione dei giovani in città; dove sono i capitali privati e pubblici attratti sul nostro territorio dall'atteggiamento lungimirante di questa giunta; cos'ha da dire sui 500 posti di lavoro negati grazie alla sua politica ostruzionistica nei confronti della realizzazione del "Borgo antico"».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb