LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Primo posto al concorso nazionale di musica
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2732 volte  
 
Lamezia Terme - Si č svolto al Teatro Politeama il concorso nazionale di musica per le scuole Ama Calabria giunto ormai alla sua nona edizione. Tra le scuole partecipanti, anche quest'anno, la scuola elementare paritaria e parificata "Tommaso Maria Fusco" che ha concorso nella categoria B "Scuole elementari". Gli alunni delle classi quarta e quinta hanno conseguito il primo premio, con 90 punti su 100, migliorando cosė il secondo posto conseguito nella scorsa edizione .
A dirigere il gruppo dei quarantacinque bambini il maestro Vincenzo Virgillo, conosciuto e apprezzato clarinettista lametino, perfezionato all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma il quale, da ormai undici anni, svolge attivitā di esperto esterno di educazione musicale alla scuola "Fusco" ed č inoltre, docente di strumento - Clarinetto - nelle scuole medie ad indirizzo musicale.
I bambini hanno eseguito un programma che ha spaziato dalle colonne sonore alla musica classica, il tutto eseguito con il flauto dolce: č infatti ormai consuetudine che i bambini della Fusco si dedichino non solo al canto ma anche alla prassi esecutiva con lo studio del flauto dolce sin dalla prima classe.
Parole di soddisfazione sono state espresse dalla direttrice della scuola Angela Carlino in religione Suor Concettina, dalla maestra della classe quarta Maria Rita Vecchia in religione Suor Candida e dalla maestra della classe quinta Silvana Rettura, le quali hanno sempre incoraggiato, sostenuto e creduto nell'educazione legata alla musica sin da bambini. Preziosissima la collaborazione dell'altro esperto della scuola Fusco, Danilo Fanello, specialista in scienze motorie, sempre attento e puntuale nella preparazione coreografica del gruppo scolastico.
Soddisfazione anche per il maestro Virgillo il quale, oltre all'attivitā concertistica, da anni č sempre vicino ai bambini e ai ragazzi che si accostano allo studio della musica: ĢNon credo esista una metodologia universale applicabile ad ogni allievo: i singoli istanti vissuti a contatto con i bambini, con le loro sensazione e le loro emozioni, sono l'unico vero insegnamento dal quale attingere quotidianamente per crescere con loro umanamente e professionalmenteģ.(sa.inc.)
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Cittā
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb