LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Aiuti alle regioni più depresse Passa la proposta di Pino Galati
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2437 volte  
 
Lamezia Terme - Il rapporto "Input per lo sviluppo: un approccio innovativo per le regioni in crisi" redatto da Pino Galati, vicepresidente della commissione per le questioni economiche del Consiglio d'Europa, ottiene la ratifica ufficiale da parte della Commissione riunita a Parigi.
La decisione è avvenuta dopo quasi un mese dalla sua presentazione istituzionale a Lamezia Terme. Una scelta che, come ricordato ancora una volta dall'esponente del gruppo Ppe-Pdl, è nata dalla volontà di voler rivolgere l'attenzione del Consiglio d'Europa verso la crescita di aree meno sviluppate come la Calabria.
La proposta di Galati per favorire lo sviluppo delle aree depresse, si legge in una nota, «ha riscosso un netto successo in Commissione sotto il profilo della concretezza, che ha ora rimandato all'Assemblea plenaria del Consiglio d'Europa la decisione finale di assicurare al rapporto il valore di documento ufficiale e quindi di strumento d'indirizzo per cogliere, dalle cosiddette risorse endogene, l'elemento per lo sviluppo e la crescita economica».
La Commissione ha ritenuto valida la proposta di Galati «il cui rapporto è stato implementato da alcune idee dello svizzero Reinmann che ha voluto sottolineare l'importanza della specificità del turismo delle persone anziane, categoria sociale che in questo frangente, secondo tale disamina, deve essere presa seriamente in considerazione nello sviluppo del turismo tematico».
L'onorevole Galati, presente alla riunione istituzionale della Commissione, ha accolto con favore la ratifica della sua proposta dimostrandosi soddisfatto anche per le parti implementate, che tendono a dimostrare la sensibilità da parte di altri rappresentanti non italiani nel Consiglio d'Europa, della valenza del rapporto.
«Bisogna partire dalle risorse endogene, ed il comparto turistico e quello agricolo», ha sottolineato il vicepresidente Galati, «sono i settori dove intervenire per creare opportunità di sviluppo attraverso una sana progettualità. A questi ambiti si aggiunge l'idea del collega Reinmann, quella del turismo per persone anziane che permette al rapporto stesso di avere una visione a 360 gradi rivolgendosi a tutte le categorie sociali come attori protagonisti dello sviluppo».
Si tratta in sostanza, è stato spiegato nella riunione di Commissione, di un progetto di crescita che parte dal Sud e che attende ora un'ultima consacrazione ufficiale nelle stanze dei bottoni di Strasburgo.
«Abbiamo tracciato la rotta», conclude l'onorevole Galati, «ed in attesa del voto qualificante dell'Assemblea plenaria, tocca ora alle regioni strutturalmente deboli accogliere questi spunti di riflessione per tornare ad essere protagonisti attivi del loro futuro».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb