LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Il teatro entra nell'istituto Don Milani con la parola d'ordine "integrazione"
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2369 volte  
 
Lamezia Terme - Domani alle 19 nella sala polivalente della scuola "Don Lorenzo Milani" a San Teodoro verrà messa in scena la piece teatrale "Assoli d'amuri e di guerri" dall'associazione di volontariato di familiari di persone con disagio psichico "Intese".
L'iniziativa, patrocinata dal Comune, nasce da un'esperienza creativa a forte impatto sociale, quella del laboratorio teatrale "Sulla Torre di Babele" voluto dall'associazione "Il teatro che non c'era", da Interspei, dall'istituto comprensivo "Don Lorenzo Milani", diretto da Maria Miceli che ha anche messo a disposizione lo spazio per il laboratorio, e dal Centro di salute mentale lametino.
Il laboratorio condotto con grande abilità e sensibilità dal regista Francesco Pileggi è costituito da persone che provengono dal mondo del disagio, dalla scuola, dal volontariato e dalle istituzioni.
«Attraverso l'acquisizione delle tecniche espressive e la rappresentazione scenica», sottolineano i promotori dell'evento, «si può sviluppare la capacità di gestire le proprie emozioni, di rappresentarle, di rapportarsi con la vita esterna, con la vita degli altri e di superare piccole e grande paure».
«Essere in grado di gestire le emozioni di un personaggio e di rappresentarlo nella finzione scenica», aggiungono, «può convincere che sia possibile essere protagonisti della propria esistenza , uscendo dal ruolo passivo ed emarginante che tanto spesso l' esperienza del disagio di ogni forma di diversità può determinare. Ognuno ha qualcosa da curare , ognuno ha una verità da raccontare».
Questa originale esperienza che coinvolge diversi soggetti impegnati nella società locale, nasce dall'esigenza di creare dei luoghi dove sperimentare la possibilità di un'occasione d'integrazione concreta in una realtà sociale che deve ancora attrezzarsi ad accogliere tutte le diversità e farne un'esperienza umana unica, raccontare una storia con tante storie e fare teatro.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb