LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Francesco Grandinetti: Dobbiamo dire basta alla criminalità sul territorio
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2232 volte  
 
Lamezia Terme - Francesco Grandinetti: “Rendiamoci conto che è proprio l’ora di dire basta alla criminalità”
Quanto accade nella nostra città, nel nostro territorio è mortificante per tutte le persone per bene che in esso vivono. Siamo in tanti, siamo la maggioranza e, invece, siamo costretti ad assistere ad una insostenibile recrudescenza criminale, ad un abbrutimento sociale che fa di Lamezia Terme una città di frontiera. Da Lametino, da Calabrese e, anche semplicemente da uomo impegnato in politica, sono a dir poco sconcertano per quanto sta accadendo. Omicidi, attentati e violenze. E’ questa la Lamezia che vogliamo? Siamo divenuti preda della criminalità? Siamo gente disposta tollerare le violenze sulle donne, sulle persone indifese, senza reagire in alcun modo? Ho Chiesto giorni fa una presa d’atto per essere consapevoli che oggi la città e non solo ha bisogno di un Patto Sociale tra tutte le forze politiche, sindacali, associazioni di volontariato, magistratura e cittadini. Ci sono dati allarmanti sui disagi di questo territorio, la disoccupazione è una piaga, i cittadini onesti e le attività produttive oneste vivono momenti di grande sofferenze, tutto ora esplode e drammaticamente in queste ore ci rendiamo conto della realtà.
Dobbiamo avere la capacità di credere, la politica prima tra tutti, che senza un accordo con il quale seriamente, con decisone e con coraggio si lavorari tutti uniti, superando interessi e schieramenti politici, Lamezia non può farcela. I cittadini onesti hanno bisogno di essere incoraggiati, supportati, protetti e ascoltati. Il tempo a disposizione è finito, le attese non possono così gravemente penalizzare e un Area così importante della Calabria. Io non sono un mafioso e so che la maggior parte dei miei concittadini non lo è, pertanto, non possiamo e non dobbiamo subire tante vessazioni, tante violenze da avere paure di uscirei di casa. Oggi si spara come se fossimo in un film di pistoleri, addirittura si adescano le persone e si violentano come nelle peggiori metropoli, dove le strade sono proprietà di gang e delinquenti. Vogliamo restare con le mani in mano? Una presa di posizione decisa che mostri la qualità e il coraggio degli uomini va messa in atto. Incontriamoci e facciamo che le parole diventino fatti nel giro di poco tempo senza che i cittadini si sentano ancora una volta presi per i fondelli da delegazioni, riunioni e commissioni. Oggi è urgente una risposta discussa, realizzata e confermata in maniera unitaria, senza la paura che vengano messi in secondo piano meriti o primogeniture. Azione e fatti davanti ad una situazione che mette in ginocchio una città ed un territorio, la Nostra Lamezia lo merita e le persone oneste devono riprendersela.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Redazione |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb