LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Assolta la dirigente dell'ufficio tecnico Vitetti
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2529 volte  
 
Lamezia Terme - Si č conclusa positivamente la vicenda giudiziaria del responsabile dell'Ufficio tecnico del comune di Lamezia Terme che era stata accusata di abuso di ufficio e falso ideologico. Infatti l'architetto Caterina Vitetti, č stata assolta dalle accuse che gli erano state contestate a suo tempo e relative ad una concessione edilizia in sanatoria rilasciata, appunto dal comune lametino, a favore di Salvatore Mazzei per i lavori della cava di materiale.
La concessione fu poi quasi immediatamente revocata dallo stesso Comune in auto tutela, in quanto furono ipotizzate violazioni da parte della procura della Repubblica, successivamente formalizzate nell'ambito di un processo penale in cui figurano, oltre alla responsabile dell'Ufficio tecnico del comune di Lamezia Terme Vitetti, che č l'unica ad avere definito il processo con le forme del rito abbreviato, anche altri tecnici comunali i quali sono stati, qualche mese fa, rinviati a giudizio.
Da qui la discussione del rito abbreviato che si č conclusa con la richiesta di condanna ad un anno e quattro mesi da parte del Pubblico ministero, mentre il difensore dell'imputata, l'avvocato Francesco Gambardella, ha concluso chiedendo l'assoluzione. Richiesta che č stata accolta dal giudice dell'udienza preliminare, Carlo Fontanzza, che al termine della Camera di consiglio ha emesso un verdetto di assoluzione nei confronti dell'architetto Caterina Vitetti, per tutti reati che gli erano stati contestati.
I fatti per i quali era stata accusata si riferiscono al 2006 e 2007 quando il Comune della cittā della Piana aveva dato a Salvatore Mazzei una concessione edilizia, in sanatoria, per la realizzazione di alcuni impianti e capannoni all'interno della cava di San Sidero.
Concessioni che poi furono dal Comune stesso revocate e che dal magistrato inquirente furono considerate elementi di accusa nei confronti dell'architetto Vitetti, insieme ad altri funzionari del Comune come abuso di ufficio e falso ideologico.
Accuse che ora sono cadute con l'assoluzione di Caterina Vitetti.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Cittā
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb