LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Da un tubo fuoriescono liquami
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2307 volte  
 
Lamezia Terme - Non si ferma il contrastato all'inquinamento ambientale nel comprensorio da parte dei carabinieri che, in collaborazione con la Procura della Repubblica, stanno attuando interventi per tutelare la salute pubblica, garantire sicurezza e prevenire i danni all'ambiente sull'intero territorio lametino con l'aiuto tecnico dei militari del Noe.
Attivitā di controllo che ha appunto permesso ai carabinieri della stazione di Falena, comandata dal maresciallo Franco Capoccetta, in collaborazione con i colleghi del nucleo operativo ecologico del comando Provinciale di Catanzaro di sottoporre a sequestro, un tubo che scarica del liquido inquinante in un pozzo. Il destinatario del provvedimento č il comune di Falerna, al quale appunto č stato notificato il sequestro del collettore che era collegato con il depuratore: quando funziona male fa alzare il livello del materiale da depurare scaricandolo in un pozzetto collegato a sua volta con un tubo largo circa 40 centimetri e trasporta il materiale in una fossa naturale collegata con un torrente. La zona dove č stato individuato lo scarico abusivo č a Cerreto tra Falerna paese e Castiglione. Il provvedimento di sequestro č stato eseguito ieri pomeriggio al termine di un'intesa attivitā di verifica che ha permesso agli uomini del Noe e della stazione di Falerna, di vedere che gli scarichi dei liquami fognari attraverso la condotta di 700 metri non erano filtrati.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Cittā
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb