LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Michele Zoccali nuovo presidente del Rotary Reventino
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2684 volte  
 
Lamezia Terme - Passaggio di consegne al Rotary club del Reventino. L'attuale presidente Antonio Giacobbe, dopo un anno, lascia il testimone a Michele Zoccali, originario di Filadelfia, medico otorino presso il Policlinico di Germaneto. La manifestazione ufficiale si terrā il prossimo 17 luglio in un cerimoniale ufficiale con la partecipazione dei soci e di tanti ospiti di altri Rotary club e altre importanti associazioni territoriali, ma anche rappresentanti delle istituzioni.
Č stato un anno ricco di eventi quello del dottor Giacobbe. Tanti gli appuntamenti, gli eventi e le manifestazioni che hanno interessato l'intero territorio. Tra le tante iniziative l'incontro con l'autore di "Terroni" , Pino Aprile che si č tenuto nel comune di Motta Santa Lucia, un incontro molto seguito; il progetto Pic (Prevenzione ictus cerebrale) che ha interessato i pazienti anziani con patologie predisponenti e con difficoltā residenti nei comuni dell'area del Reventino. Un progetto di prevenzione realizzato in sinergia tra il Rotary del Reventino e i sindaci dei comuni ricadenti sul territorio lametino, con l'avallo del commissario straordinario dell'Asp Gerardo Mancuso che ha riconosciuto la bontā del progetto messo in atto da Antonio Giacobbe. I pazienti sono stati accompagnati dai rotariani al nosocomio lametino per gli esami ecocolordoppler sui vasi sovraortici, essenziale per la prevenzione degli accidenti cerebrali. Il progetto ha avuto una grande valenza sociale, oltre che sanitaria, ed č stato approvato dal distretto del Rotary. In cinque mesi sono stati controllati 205 pazienti provenienti da dodici comuni del Reventino : Carlopoli, Conflenti, Decollatura, Falerna, Gizzeria, Martirano, Martirano Lombardo, Motta S.Lucia, Nocera Terinese, S. Mango d'Aquino, Serrastretta e Soveria Mannelli. L'ictus cerebrale rappresenta la seconda causa di morte a livello mondiale e la terza causa di morte nei paesi industrializzati, dopo le malattie cardiovascolari ed i tumori. Duecentomila nuovi casi ogni anno in Italia. L'ictus rappresenta anche la prima causa di disabilitā nell'anziano con un rilevante impatto individuale, familiare e sociosanitario. L' ictus č la principale causa di disabilitā a lungo termine. Ultima importante iniziativa l'incontro con il professore Salvatore Sorrenti dell'Universitā "La Sapienza" di Roma, il quale ha trattato il tema del "Gozzo", con una relazione scientifica sulla storia del Gozzo, dalla preistoria ai tempi odierni. Ma che si č focalizzata sullo sviluppo ed il miglioramento delle tecniche chirurgiche prevalentemente nel campo della chirurgia endocrina e sulla definizione di nuovi parametri clinici ed analitici, utili per la diagnosi delle patologie neoplastiche della regione testa-collo.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Cittā
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb