LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Approvato il consuntivo con un milione d'avanzo
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2332 volte  
 
Lamezia Terme - Con 16 voti favorevoli e 9 contrari l'assemblea ha approvato il rendiconto di bilancio 2010. Una seduta piuttosto veloce, solo poche ore di discussione, per permettere all'assessore al Bilancio Aldo Ferrise di fare la sua relazione e agli esponenti dell'opposizione di motivare il loro voto contrario.
L'assessore ha spiegato che la gestione del bilancio è stata fortemente condizionata «dalla crisi economica che attraversa il Paese e da un quadro della finanza locale segnato dal blocco della parziale autonomia fiscale». Il consuntivo si è chiuso con un avanzo d'amministrazione di circa 993 mila euro, cioè soldi che il Comune non è riuscito a spendere.
Ferrise ha ricordato che per quest'anno ci sono delle voci di spesa impreviste come la questione rom e la visita del Papa, per cui il Comune ha preventivato una spesa di 550 mila euro. Il trasferimento dei rom di Scordovillo e lo smantellamento costeranno 200 mila euro. Complessivamente 750 mila euro che saranno prelevati dall'avanzo d'amministrazione.
L'assessore ha rimarcato che l'indebitamento per ogni lametino è in diminuzione: dalle 431,35 euro del 2009 alle 117,65 del 2010. Ciò per effetto della politica d'investimento intrapresa dall'ente che ha registrato anche la drastica riduzione di mutui con la Cassa depositi e prestiti.
L'ente è riuscito inoltre a rispettare l'anno scorso il patto di stabilità «grazie al monitoraggio e al controllo continuo del servizio finanziario, relativamente alla dinamica degli impegni e dei pagamenti». Tutto ciò ha evitato le gravi sanzioni previste nel caso di mancato rispetto del patto, che avrebbero comportato anche ulteriori tagli alla spesa corrente. Inoltre ci sarebbero state gravi penalizzazioni sui servizi e sulle prestazioni sociali, unitamente al divieto assoluto di effettuare nuove assunzioni, al blocco totale dell'indebitamento per investimenti, alla riduzione del 30% delle indennità e dei gettoni spettanti agli amministratori dell'ente.
Il rendiconto, che ha incassato il placet del collegio dei revisori dei conti guidato da Gabriella Renda è stato aspramente criticato dalle forze di opposizione.
Francesco De Biase (Udc) ha affermato che «la città ha fame e sete di sviluppo. Lo strumento di programmazione economica è fondamentale ma nel raffronto tra bilancio di previsione e rendiconto 2009/2010 si rileva scarsa capacità d'intercettare finanziamenti pubblici da trasformare in investimenti. Il rendiconto di bilancio è la sintesi amministrativa e se questi sono i dati c'è proprio da preoccuparsi».
Per Carolina Caruso (Pdl) «il rendiconto è molto riduttivo. I mutui sono pochi; a volte serve indebitarsi per costruire e realizzare, altrimenti se si ha paura d'investire non si farà mai nulla». Il capogruppo del Pdl Raffaele Mazzei ha fatto notare l'assenza degli esponenti del Terzo Polo (Francesco Grandinetti per Fli e Mario Benincasa in rappresentanza dell'Mpa). «La loro assenza», ha asserito, «è la dimostrazione che non condividono la linea del governo comunale, pur avendolo sostenuto per un anno, a partire dall'atteggiamento tenuto per la Sacal dove non c'è un rappresentante del Comune nel Cda. Bisognava prorogare l'incarico a Grandinetti».
Il sindaco Gianni Speranza ha concluso: «Le manovre del governo centrale sono tutte a danno degli enti locali. È un dato di fatto che in queste condizioni i comuni sono con le spalle al muro. Come fate», ha chiesto Speranza all'opposizione, «ad essere combattivi con un bilancio che ha un avanzo, non un disavanzo, di 900 mila euro? I bilanci prossimi saranno ancora più faticosi: nel 2012 avremo 3,6 milioni di euro in meno di risorse statali».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it | Maria Scaramuzzino |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb