LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Emergenza criminalità in consiglio
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2150 volte  
 
Lamezia Terme - Una seduta urgente sull'emergenza criminalità è stata chiesta da sette consiglieri comunali di maggioranza, prima firmataria Mariolina Tropea. Con lei hanno firmato Elvira Falvo, Nicola Palazzo, Vittorio Paola, Costantino Isabella, Pierpaolo Muraca e Bruno Tropea.
Per Salvatore Cittadino, l'esponente di Confcommercio che ha denunciato i Giampà per tentata estorsione facendoli condannare, «la 'ndrangheta opera con regole proprio in antitesi al vivere in comunità, la forza è la sua parola, la violenza la sua azione. Troppo sangue si è versato, forse ancora troppo se ne verserà, il tutto passa inosservato, in un'assuefazione desolante, la comunità ci ha fatto il callo».
Per Cittadino «la 'ndrangheta si alimenta quando si paga la mazzetta, quando si presta consulenza ai vari livelli, quando si aprono le porte delle banche, quando si lucra. Nè le imprese ma nemmeno le professionalità di questa città debbono offrire un vantaggio alla 'ndrangheta. Non è vero che non sappiamo chi sono, solo che quella paura piega la nostra coscienza e la rende sporca». Secondo il commerciante «occorre maggiore coscienza evitando di costruire modelli sociali di lotta totalmente presbiti e miopi, oppure al servizio di una parte di rappresentanza del corpo elettorale. la città ha sempre saputo reagire e sa reagire, ma sa distinguere i momenti , occorre più concretezza dell'azione».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb