LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Ai parchi 11 milioni di euro
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2775 volte  
 
Lamezia Terme - "Parchi culturali e luoghi della memoria letteraria: nuove opportunità di sviluppo per la Regione Calabria". Questo il tema del workshop organizzato dall'assessorato regionale alla Cultura guidato da Mario Caligiuri, in collaborazione con il ministero per i Beni e le attività culturali. La giornata di studio e di dibattito nella sala comunale di Sambiase; presenti all'iniziativa numerosi e qualificati esperti del settore convenuti da tutt'Italia. Per i parchi saranno presto disponibili circa 11 milioni di euro.
Diverse le sessioni in cui è stato diviso il workshop: definizione e metodi per la crescita del territorio, esperienze di gestione, situazione attuale e scenari di sviluppo. Questi gli argomenti trattati che hanno creato un focus sui parchi letterari in Calabria, realtà storico-culturali che hanno anche una forte valenza sul piano economico e turistico.
«I parchi culturali possono essere un porto franco della creatività e un luogo di produzione intellettuale». Lo ha ribadito l'assessore Caligiuri, il quale ha ricordato i quattro parchi letterari istituti negli anni scorsi nella nostra regione: Horcynus Orca, Tommaso Campanella, Old Calabria e Corrado Alvaro.
«L'esperienza è bifronte», ha sottolineato Caligiuri, «poiché da un lato ha creato una risibile occupazione stabile, ma dall'altra ha sperimentato la possibilità di attingere a una pluralità di finanziamenti che provengono da varie fonti». Per l'assessore questo secondo aspetto rappresenta un caso assai interessante «poiché le iniziative culturali debbono produrre risultati economici e quindi essere sempre meno soggette ai soli finanziamenti pubblici».
L'assessore, che ha parlato in videoconferenza da Roma dove si trovava per un incontro al ministero, ha evidenziato inoltre che le iniziative dei parchi letterari s'inseriscono all'interno delle politiche complessive della valorizzazione della cultura come motore dello sviluppo economico, secondo le indicazioni del governatore Giuseppe Scopelliti. «Nei prossimi mesi», ha annunciato, «verrà emanato un bando specifico di circa 11 milioni di euro che da un lato sosterrà i parchi esistenti e dall'altro ne promuoverà di nuovi».
Le linee dettate dall'assessore hanno la finalità di non disperdere gli investimenti pubblici fin qui realizzati e di individuare nuovi temi, altamente creativi e innovativi per attirare talenti ed energie a livello internazionale. «La strategia dell'Unione europea», ha aggiunto Caligiuri, «incentiva le industrie creative come straordinario strumento di sviluppo economico. In questa ottica intende muoversi la Regione».
A fare gli onori di casa ed a portare il saluto della città agli ospiti il sindaco Gianni Speranza ed il vice Francesco Cicione. Gli amministratori lametini hanno espresso grande apprezzamento per la scelta della sala consiliare come location d'eccezione per la giornata di studio. L'ex municipio, infatti, è un antico edificio non lontano dalla casa natale del poeta Franco Costabile a cui è stato dedicato un parco letterario proprio qualche anno fa.
Speranza e Cicione hanno definito il parco «una risorsa significativa per il turismo culturale del territorio».
Sono intervenuti Elena Dai Prà, del dipartimento di filosofia dell'Università di Trento, e Stanislao De Marsanich per "Paesaggio culturale italiano". In rappresentanza di alcuni dei parchi letterari regionali anche Mirella Barracco per Old Calabria e Massimo Barilla per Horcynus Orca.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Maria Scaramuzzino - gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb