LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Abusivismo, demolizioni a 200 euro al metro
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 3309 volte  
 
Lamezia Terme - «Stiamo assistendo ad abbattimenti e autodemolizioni di case risultati a suo tempo "abusivi". Certo non si può difendere chi ha fatto dell'abusivismo un mezzo per arricchirsi o per frodare lo Stato ed i suoi cittadini, ma la vicenda lametina ha risvolti ben più ampi e contorti». Di questo s'è dibattuto nel direttivo della Fiamma col segretario provinciale Natale Giaimo e quello cittadino Francesco Bonacci. «La tensione tra gli abusivi "per necessità" è ormai incontrollabile», sostiene il partito di destra, «ma possibile che le 400 demolizioni previste, che interessano il 5% della popolazione locale, siano messe tutte sullo stesso piano? Oltretutto chi ha costruito deve abbattere al modico prezzo di 200 euro al metro quadro, e se non lo fai non finisce qua: ti viene confiscata un'area pari quattro volte il terreno dove hai costruito abusivamente, e il fondo viene acquisito dal Comune. Un vero e proprio abuso, ma di potere».
La Fiamma sulla sanità sostiene che per l'assistenza diretta ai degenti mancano figure professionali come gli Oss o gli Osa (operatori socio-sanitari e socio-assistenziali). Figure che andrebbero a snellire di gran lunga il lavoro nei reparti, tradotti ad oggi in situazioni di disagio ai pazienti e degli stessi parenti, che devono preoccuparsi di assistere i loro cari ricoverati».
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb