LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
La Fiera del libro calabrese alla "Biblos" dal 28 ottobre
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2381 volte  
 
Lamezia Terme - Quasi definito il ricco programma della quarta edizione della Fiera del libro calabrese ideata da Natale Colafati, sacerdote e direttore del'Istituto teologico calabro di Catanzaro, in collaborazione con la libreria Biblos e con l'associazione "Sinergie culturali".
La manifestazione fieristica si terrà dal 28 ottobre al primo novembre prossimi nei locali del Centro pastorale di Via Leonardo da Vinci. Per questa edizione Colafati promette grandi novità che saranno rese note subito dopo la pausa estiva.
«Con le passate edizioni della Fiera abbiamo vinto una scommessa, i brillanti risultati ottenuti parlano per noi», commenta il presidente di "Sinergie culturali", «in una regione come la Calabria dove il mercato editoriale fa fatica a contrastare le incalzanti novità come l'ebook, dove si legge sempre di meno, dove anche i quotidiani hanno approntato le loro edizioni su Internet, siamo riusciti a dimostrare che il libro stampato, fatto di carta, ha ancora il suo fascino ed il suo valore».
I promotori della kermesse culturale spiegano che la Fiera vuole creare quella empatia tra libro e lettore che spesso si perde nei meandri di una società distratta che punta troppo all'immagine e quasi per niente al valore delle idee.
«Vogliamo investire sulle idee positive», insiste Colafati, ricordando con queste parole la graditissima visita del procuratore Salvatore Vitello alla scorsa edizione della Fiera.
In una terra come la nostra la cultura è strumento di libertà, che aiuta a non abbassare la testa, a non baciare le mani, e la cultura è lo strumento principale per aiutare le Stato a reprimere il fenomeno della 'ndrangheta . Per liberarsi da ogni logica mafiosa servono i libri, i dibattiti, i film, le testimonianze.
«Noi», sottolinea il sacerdote, «a Lamezia Terme siamo in trincea da diversi anni. Fra mille difficoltà organizziamo la Fiera del libro calabrese; con "Sinergie Culturali" e con la libreria "Biblos" stiamo combattendo una battaglia di cultura. Dobbiamo dimostrare ai giovani che dinanzi ai falsi valori della 'ndrangheta siamo in grado di indicare dei valori veri e positivi per vivere una vita piena e non da subordinati».
La manifestazione fieristica a carattere regionale vuole essere una vetrina anche per l'editoria minore che viene così fatta conoscere ai potenziali lettori. «Le piccole case editrici che hanno partecipato alla fiera», evidenzia l'ideatore dell'iniziativa, «ci hanno ringraziato per l'attenzione che abbiamo riservato loro, visibilità che non avrebbero potuto permettersi con mezzi propri».
Colafati ricorda che anche la Regione l'anno scorso ha riconosciuto la validità ed il valore dell'evento culturale. Infatti l'Ufficio scolastico regionale ha concesso il suo patrocinio, invitando tutte le scuole elementari e medie della Calabria a partecipare attivamente all'iniziativa.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb