LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
A Torre Lupo il bagno si fa nella "monnezza"
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 1678 volte  
 
Lamezia Terme - Ultima tintarella al profumo di "monnezza" per i bagnanti di Torre Lupo, a Falerna, che ieri mattina si sono ritrovati con un mare spazzatura. Rifiuti di ogni genere galleggiavano in bella vista, tinteggiando le onde di quell'indefinibile color liquame che ormai da tempo i lametini conoscono bene.
Ultimo weekend d'agosto rovinato, tra la rabbia e l'indignazione dei villeggianti occasionali e dei proprietari delle case che s'affacciano su questo lembo di litorale tirrenico che fino a qualche anno fa era tra i più frequentati dell'estate. Una zona che da sempre è stata una tranquilla località di mare per famiglie e che ora è la "costa degli arrabbiati senza spiaggia". La quantità industriale di spazzatura trasportata dal mare è stata la ciliegina sulla torta di una stagione partita male.
Le mareggiate degli anni scorsi hanno eroso la costa divorando la spiaggia e tutto il tratto di Torre Lupo continua a rimanere un'incompiuta: i bagnanti sono costretti ad ammassarsi come formiche in pochi metri quadri di spazio, tra i blocchi di cemento che qualche tempo fa furono buttati per arginare i marosi. Niente spiaggia, quindi, niente lidi attrezzati, senza dimenticare il crollo subito dagli affitti degli alloggi, perché nessuno sceglie di prendere casa e passare una vacanza sulla spiaggia che non c'è. Un'economia stroncata su un tratto costiero che ancora vanta in tutta la sua bruttezza un ecomostro che ha ulteriormente deturpato l'antica bellezza di Torre Lupo. Un edificio su cui si è era fatto tanto clamore tempo fa, ma che rimane ancora lì a simboleggiare la violenza sciagurata dell'uomo sul territorio.
«Ci chiediamo se anche la prossima estate saremo in queste condizioni. Ci sentiamo veramente abbandonati ma soprattutto presi in giro da una classe dirigente che ogni anno promette e garantisce senza mantenere gli impegni e quindi dimostrandosi poco credibile». Questo lo sfogo unanime dei bagnanti sulla spiaggia, ieri mattina. Tanta amarezza perchè ognuno sa che finita l'estate il problema sarà subito archiviato.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb