LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Le trame e l'ordito di Calabria esposti al Meeting di Rimini
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 3114 volte  
 
Lamezia Terme - Nessuno ha rinunciato a fermarsi allo stand calabrese della tessitura a mano allestito nel Meeting di Rimini di Comunicazione e liberazione appena concluso. Una settimana scandita da convegni e dibattiti, ma anche dalle bellezze esposte nella mostra sulla tessitura calabrese "Lungo il filo di Aracne".
La rassegna curata da Luigia Angela Iuliano, direttrice del centro sperimentale Arssa di Lamezia Terme, ha ripercorso attraverso trenta pannelli il significato, le forme e le tecniche della tessitura "made in Calabria". Nello stand č stato montato un antico telaio ed un'esperta tessitrice ha dato lezioni dal vivo. Questo laboratorio ha richiamato tantissimi curiosi e visitatori, molti si sono pure cimentati nella tessitura.
Allo stand c'era un gruppo di artigiani tessitori della provincia catanzarese con le loro produzioni. Come punto centrale hanno scelto le tovaglie per imbandire la tavola, elementi dell'artigianato in legno e in ceramica.
«L'esposizione al Meeting di Rimini č stata un ulteriore passo del lavoro che oramai va avanti da anni sulla tessitura», ha dichiarato Luigia Iuliano, «con il coinvolgimento di alcune persone diversamente abili che hanno fatto il percorso di apprendimento della tessitura».
L'apertura di questa vetrina internazionale č stata possibile per la sinergia tra il centro sperimentale Arssa lametino e l'assessore provinciale allo sviluppo economico Roberto Costanzo.
Tante le aziende di tessitura che hanno esposto i loro gioielli a Rimini: Lanificio Leo di Soveria Mannelli, A Navetta di Lamezia Terme, Chiara Pirroncello di Chiaravalle Centrale, Sibilla Puteri di Serrastretta, Dal baco alla seta di Cortale, La Mia Arte artigianato di Tiriolo, Re.Te sempre di Tiriolo, Ortensia Paone di San Pietro Apostolo e per il legno Kifą di Serrastretta, mentre per la ceramica espone Figulus di Lamezia. Nel mezzo dello stand una tavola imbandita che rappresenta la parte centrale, il telaio antico a completare l'allestimento, e diversi pannelli illustrativi.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dalla Cittą
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb