LameziaWeb
   
 
 
 
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Discoteche senza autorizzazioni. Tre sequestri in soli quattro giorni
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 3352 volte  
 
Lamezia Terme - Tre discoteche sequestrate in quattro giorni nel Golfo di Sant'Eufemia. È il risultato di un'indagine tra luci stroboscopiche e musica a palla delle Fiamme gialle lametine che a fine stagione hanno preso di mira le discoteche del litorale. Questa volta ad essere scoperta senza certificazione antincendio e licenza per locali da ballo è stata la "New Twiga" di Falerna Marina.
Nei giorni scorsi era stato il turno di "Le B Club" ed "Hang Loose Beach" di Gizzeria. Tutte con gli stessi problemi: senza licenze. Come se fra i titolari ci fosse stato un passaparola per esercitare l'attività abusivamente.
Tutti i proprietari adesso dovranno vedersela con la procura della Repubblica. Intanto per i discotecari più incalliti della zona la vita notturna sarà più difficile, dovranno trovare altre piste dove sfogare la loro voglia di ballare.
Dopo il secondo sequestro, quello dell'"Hang Loose Beach", il procuratore Salvatore Vitello aveva dichiarato alla Gazzetta del Sud che «è assurdo e molto grave che un locale che ogni sera ospita centinaia di persone non sia a posto con le licenze, e soprattutto non garantisca la sicurezza dei clienti che pagano il biglietto».
Sull'esercizio illegale di attività commerciali la procura lametina sta facendo una campagna a tappeto. Nello scorso inverno ai carabinieri era stato affidato il compito di controllare se fossero in regola i titolari di autolavaggi, officine meccaniche e distributori di carburante. Ma ogni volta che si effettuava un controllo nessuno era a posto con le autorizzazioni. Come se le leggi da rispettare, soprattutto quelle sulla tutela ambientale e gli scarichi dei reflui, fossero un optional. Sono stati una cinquantina gli esercizi sigillati perchè abusivi.
Questa volta è toccato al Gruppo della guardia di finanza lametina al comando del maggiore Maurizio Pellegrino, ed al Nucleo operativo diretto dal brigadiere Vito Margiotta. Che hanno fatto il blitz mentre il "New Twiga" era affollato da clienti. Ormai le Fiamme gialle si può dare che vanno a colpo di sicuro: illegalità diffuse e ripetute ad ogni controllo.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: Gazzettadelsud.it | Vinicio Leonetti |Archivio Notizie dalla Città
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb