LameziaWeb
   
 
 
 
Brico Ok - il fai da te - Raffaele Spa Lamezia Terme
 Login
Richiedi la tua e-mail personale!
tuonome@lameziaweb.biz
 
Vigor Lamezia 2 - Milazzo 1
  Commenta nel Forum Articolo Letto 1517 volte  
 
Marcatori: 48’pt Proietti, 20’st Romero, 47’st Lattanzio

Vigor Lamezia: Forte, Cane (5’st Romero), Bonasia, Giuffrida, Marchetti, Gattari, Rondinelli (31’st Sinicropi), Cerchia, De Luca, Mangiapane (11’st Lattanzio), Mancosu

Milazzo: Pergamena, N’ze, Ingemi, Bucolo, Benci, Imparato, Proietti (16’st Simonetti), Cuomo, Scalzone, Llama (9’st Malafronte), Mangiacasale (37’pt Strumbo)

Ammoniti: Mangiapane, Bucolo, Giuffrida, Lattanzio, Proietti, N’ze
Espulsi: Imparato, Scalzone
Calci d’angolo: 5 – 0
Recupero: 3’ – 3’

Rischia di capitolare maldestramente la Vigor Lamezia nel terzo turno di campionato. Al D’Ippolito i biancoverdi, reduci dal pareggio con il Celano, incontravano il Milazzo che doveva riscattare due sconfitte consecutive. Match frizzante che non ha certamente annoiato il pubblico presente. La Vigor la spunta al 92’ dopo una rocambolesca rimonta e una gara giocata per un’ora in superiorità numerica. Al 5’ squadra di casa già pericolosa. Mancosu imbecca in area De Luca che però non arriva sulla sfera a due passi da Pergamena. I padroni di casa non riescono ad impostare il gioco e si affidano ai soliti ed innocui lanci lunghi senza patemi per la retroguardia ospite. La squadra si innervosisce e lo fa capire Mangiapane che al 15’ scalcia un avversario, a gioco fermo, sotto gli occhi dell’arbitro che lo grazia sventolandogli soltanto un cartellino giallo. Tre minuti più tardi è il Milazzo a portarsi in avanti e Llama, lasciato solo in area, spara alto sulla traversa. Null’altro da segnalare fino al 30’ quando i ventidue si beccano in campo. La tensione sale tra Giuffrida e Bucolo al 30’ quando i due iniziano a strattonarsi costringendo il signor Rasia a mostrare il giallo ad entrambi. Al 35’ la svolta della gara. Mangiapane va a battere un calcio di punizione dalla sinistra mentre in area Imparato rifila una gomitata a Mancosu. Gesto che non sfugge all’attenzione dell’assistente dell’arbitro che dopo un breve conciliabolo manda anzitempo negli spogliatoi il difensore siciliano. A quel punto la Vigor potrebbe accelerare ma mister Amura corre subito ai ripari richiamando in panchina Mangiacasale per far posto a Strumbo al centro della difesa. I ragazzi di mister Costantino non pungono e al 46’ arriva la doccia fredda. Cane, nel tentativo di anticipare Llama in area, scivola e travolge l’attaccante ospite. E’ calcio di rigore. Sul dischetto va Proietti che si fa deviare il tiro da Forte ma la sfera sbatte sul palo destro e torna a centro area dove lo stesso Proietti insacca. Doppia sfortuna per la Vigor punita oltremodo per la sua scarsa capacità di creare gioco e pericoli per gli avversari. Nella ripresa Vigor all’assalto per giungere al pareggio. Mister Costantino non bada a difendersi e al 5’ inserisce Romero al posto del difensore Cane. Al 7’ Mangiapane su punizione impegna Pergamena che vola e manda in corner. Al 14’ azione goal della Vigor con Romero che manda di un soffio fuori su assist di Bonasia. Al 15’ è De Luca a non trovare lo specchio della porta dal limite. Arrembaggio Vigor con il Milazzo che difende con tutti i suoi uomini ad eccezione di Scalzone. La difesa ospite non può nulla, però, al 20’ su un destro millimetrico di Romero che spiazza Pergamena e riporta il match in parità. I padroni di casa riprendono coraggio e spinti da un Giuffrida più guerriero che mai, avanzano il proprio baricentro. L’ingresso di Lattanzio, al posto di uno spento Mangiapane, da vivacità all’attacco biancoverde. Lo stesso attaccante al 39’ sciupa una ghiotta occasione mandando alto. Forcing finale senza profitto per la Vigor ancora pericolosa con il duo De Luca-Lattanzio al 42’. Allo scadere, però, la migliore occasione. Mancosu, sulla sinistra, riesce a mettere a centro area, Romero lascia scorrere per l’accorrente De Luca che si aggiusta la sfera ma spreca malamente. Gara che sembra segnata ma al 47’ esplode il D’Ippolito. Lattanzio dal vertice sinistro sorprende il suo diretto marcatore e infila Pergamena in uscita. Goal vittoria e c’è tempo ancora per l’espulsione di Scalzone che lascia i suoi in nove uomini. I tre punti vanno alla Vigor che però dovrà riflettere sul suo futuro. Al cospetto di un modesto avversario e in superiorità numerica ha faticato non poco a trovare la via del goal.
 
Allegati: Nessun allegato presente
 
Autore: antonio mercuri |Archivio Notizie Vigor Lamezia
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb